L'Unione sta definendo il nuovo Regolamento per la cittadinanza attiva e i beni comuni, lo strumento amministrativo che definisce e norma le possibilità di collaborazione tra i soggeti del territorio per la gestione e la cura dei beni comuni.
I membri del Tavolo di Negoziazione e gli amministratori coinvolti nel percorso possono prendere parte all'elaborazione del nuovo Regolamento,  accedendo alla sezione sperimentale appositamente attivata e proponendo emendamenti. Le proposte di modifica saranno valutate dal gruppo di lavoro sul Regolamento che deciderà se accettarle o rifiutarle (con motivazione palese che verrà pubblicata sul sito).

La gestione online del processo  per l'elaborazione del Regolamento rientra in un progetto sperimentale svolto il collaborazione con la Fondazione RCM e il Dipartimento di informatica dell'Università degli studi di Milano. 

E' possibile proporre emendamenti fino al 3 dicembre 2019.

ACCEDI AL REGOLAMENTO